Non c’è dubbio che lo sviluppo nell’uso delle criptovalute non è così vertiginoso come molti avrebbero potuto prevedere nell’ottobre 2008, quando Satoshi Nakamoto diede vita a Bitcoin. Esiste anche una piccola controversia quando si tratta di chiarire se l’attuale situazione senza precedenti causerà un’accelerazione del tasso di aumento del loro uso. È la teoria che si deve gestire il più famoso servizio di pagamento online, perché, alla fine dello scorso ottobre, è stato annunciato che PayPal permetterà l’acquisto, la detenzione e la vendita di criptovalute.

Per quanto detto sopra non significa che la gestione di queste criptovalute sia stagnante, niente potrebbe essere più lontano dalla verità: secondo blockchain.com, c’erano 31,9 milioni di utenti Bitcoin il 1° gennaio 2019 e circa 45 milioni il 1° gennaio 2020. Inoltre, sempre più persone fanno pagamenti senza contanti. PayPal, con i dati di Statista, è cresciuto da 2,6 miliardi di transazioni nel 2012 a 12,4 miliardi nel 2019.

Broker
Valutazione
Spread EUR/USD
Deposito min
  1. XTB

    ★★★★★
    EUR/USD
    0.8 pips
    Deposito minimo
    100 $/€
    *Servizio CFD. Fino all’80,6% dei trader perde denaro
  2. eToro

    ★★★★
    EUR/USD
    3 pips
    Deposito minimo
    200 $
    *Servizio CFD. Il 75% dei trader perde denaro.
  3. Avatrade

    ★★★★★
    EUR/USD
    1.9 pips
    Deposito minimo
    100 $
    Il 79% dei clienti perde soldi. Assicuratevi di poter sopportare le possibili perdite.

In un comunicato, la società ha comunicato l’implementazione del servizio che permetterà di utilizzare le criptovalute direttamente dal proprio conto PayPal. Puntano sul settore delle criptovalute, dicono, perché credono che la sua evoluzione sarà sempre più notevole. Essi basano questa convinzione, tra l’altro, su un sondaggio della Banca dei Regolamenti Internazionali (BIS), che indica che una banca centrale su 10 prevede di emettere le proprie valute digitali nei prossimi tre anni. Queste entità, sottolineano, rappresentano circa un quinto della popolazione mondiale.

“Il passaggio a forme digitali di valute è inevitabile, portando con sé chiari vantaggi in termini di inclusione finanziaria, accesso, efficienza, velocità e resilienza del sistema di pagamento”, ha detto Dan Schulman, presidente e CEO di PayPal. “La nostra portata globale, l’esperienza nei pagamenti digitali, la rete bilaterale e i rigorosi controlli di sicurezza e conformità ci danno l’opportunità e la responsabilità di aiutare a facilitare la comprensione, lo scambio e l’interoperabilità di questi nuovi strumenti di scambio. Non vediamo l’ora di lavorare con le banche centrali e i regolatori di tutto il mondo per offrire il nostro sostegno e dare un contributo significativo a plasmare il ruolo che le valute digitali avranno nel futuro del commercio e della finanza globale”.

PayPal opererà con Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e Litecoin

Al momento, PayPal permetterà l’uso di quattro criptovalute direttamente dal suo portafoglio digitale: Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e Litecoin. Il servizio sarà prima disponibile per gli utenti PayPal negli Stati Uniti e, nella prima metà del 2021, sarà introdotto in altri mercati. Inoltre sarà possibile utilizzare le criptovalute su Venmo (il servizio di pagamento mobile di PayPal).

L’azienda ha ricevuto una Bitlicenza condizionale unica nel suo genere dal New York State Department of Financial Services (NYDFS). “L’approvazione del NYDFS significa seguire l’annuncio che abbiamo fatto, nel giugno 2020, su un nuovo quadro per una Bitlicense condizionale che incoraggerà, promuoverà e assisterà le istituzioni interessate ad accedere al mercato della valuta virtuale di New York in modo regolamentato”, ha detto Linda A. Lacewell, sovrintendente del NYDFS.

Impara come usare le criptovalute con PayPal

Quelli con un conto PayPal saranno in grado di ricevere contenuti educativi per aiutarli a capire i rischi e le opportunità legate all’investimento in criptovalute e informazioni sulla tecnologia blockchain.

A partire dall’inizio del 2021, notano, i clienti di PayPal saranno in grado di utilizzare le loro criptovalute per pagare presso i 26 milioni di commercianti di PayPal in tutto il mondo. I consumatori convertiranno istantaneamente il loro saldo in criptovaluta nella valuta ufficiale senza costi aggiuntivi o commissioni.

In altre parole, spiega PayPal, la criptovaluta diventerà semplicemente un’altra fonte di finanziamento all’interno del portafoglio digitale di PayPal, “aggiungendo una maggiore utilità per i possessori di criptovalute, mentre si affrontano le precedenti preoccupazioni riguardo la volatilità, il costo e la velocità delle transazioni basate sulla criptovaluta”.