Come investire in Dow Jones

In questa pagina vi offriamo tutto quello che dovete sapere sul Dow Jones. Vi presentiamo anche la nostra lista dei migliori broker online per il trading di CFD su questo popolare indice azionario.

Migliori Broker per investire in Dow Jones

Broker
Valutazione
Spread Dow Jones
Deposito min
Conto Demo
  1. Avatrade

    ★★★★★
    Dow Jones
    3
    Deposito minimo
    100 $
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    2006
    Regolata da
    CBI, BVI FSC, FSP, FSA, FFAJ
    Leva
    fino a 1:30
    Il 79% dei clienti perde soldi. Assicuratevi di poter sopportare le possibili perdite.
  2. Libertex

    ★★★★★
    Dow Jones
    Variabile
    Deposito minimo
    100 €
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    1997
    Regolata da
    CySEC
    Leva
    fino 1:30
    L’83% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading di CFD presso questo fornitore.
  3. eToro

    ★★★★
    Dow Jones
    600 pips
    Deposito minimo
    200 $
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    2007
    Regolata da
    CySEC, FCA, ASIC
    Leva
    fino a 1:30
    *Servizio CFD. Il 75% dei trader perde denaro.
  4. Plus500

    ★★★★★
    Dow Jones
    Variabile
    Deposito minimo
    100 €
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    2008
    Regolata da
    CySEC (#250/14)
    Leva
    fino a 1:30
    Il 72% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
  5. IC Markets

    ★★★★
    Dow Jones
    2.80 pips
    Deposito minimo
    200 $
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    2007
    Regolata da
    ASIC
    Leva
    fino 1:30
    *Servizio CFD. Fino all’80,6% dei trader perde denaro
  6. IQ Option

    ★★★
    Deposito minimo
    10 $/£/€
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    2013
    Regolata da
    CySEC
    Leva
    fino a 1:30
    *Servizio CFD. Fino all’80,6% dei trader perde denaro
  7. Admiral Markets

    ★★★★★
    Dow Jones
    1.5 pips
    Deposito minimo
    200 €/$
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    2001
    Regolata da
    CNMV, FCA, CySEC, ASIC
    Leva
    fino 1:30
    *Servizio CFD. Fino all’80,6% dei trader perde denaro
  8. BDSwiss

    ★★★★
    Dow Jones
    300 points
    Deposito minimo
    200 $
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    2013
    Regolata da
    CySEC, CNMV
    Leva
    fino a 1:30
    *Servizio CFD. Fino all’80,6% dei trader perde denaro
  9. Xtrade

    ★★★
    Dow Jones
    800
    Deposito minimo
    200 $
    Cuenta Demo
    Si
    Fondata a
    2010
    Regolata da
    CySEC
    Leva
    fino a 1:30
    *Servizio CFD. Fino all’80,6% dei trader perde denaro

Che cos’è il Dow Jones?

Dow Jones è un indice azionario statunitense che raggruppa le azioni delle 30 maggiori società statunitensi. Si chiama anche Dow Jones Industrial Average, DJIA, Dow 30 o semplicemente Dow. Nella sua prima quotazione comprendeva azioni di 12 società e la General Electric è l’unica che fa parte del Dow Jones da quando l’indice è stato creato nel 1907 da Charles Dow e Edward Jones.

dow jones

Il suo valore è calcolato ponderando il valore delle azioni delle 30 società che lo compongono. È il secondo indice più antico degli Stati Uniti ed è anche considerato il più importante in quanto funge da forte indicatore della performance dell’economia statunitense. È l’indice più seguito dal Dow Jones davanti ad altri come il Dow Jones Transportation Average.

Sebbene inizialmente comprendesse solo aziende industriali, oggi il Dow è costituito da azioni di quasi tutti i tipi di società quotate al NASDAQ e alla Borsa di New York. Come vedremo più avanti, in questo indice borsistico possiamo trovare azioni di Coca-Cola, Microsoft o Apple per esempio.

Come funziona il Dow Jones?

All’inizio, il Dow Jones è stato calcolato in un modo molto semplice che consisteva nel sommare il totale delle sue azioni e poi dividerlo per il numero di azioni. Solo anni dopo, per dargli un valore più reale e rappresentativo, è stato introdotto un “divisore”.

La funzione di questo divisore è quella di regolare il peso delle azioni di ciascuna società in base alle sue dimensioni e alla sua importanza. In altre parole, le azioni delle più importanti società avranno un impatto maggiore sul valore del Dow Jones.

Questo tipo di citazione non è particolare per il Dow, ma altri indici come il Nikkei giapponese utilizzano metodi simili. L’obiettivo è quello di evitare che qualsiasi fenomeno finanziario possa distorcere la lettura di questi indici borsistici.

Il valore del suddetto divisore è ufficialmente pubblicato sul Wall Street Journal, per cui il processo di calcolo del valore del Dow Jones è completamente trasparente.

Quante aziende compongono il Dow Jones?

L’indice Dow Jones è composto dalle 30 principali società statunitensi quotate alla Borsa di New York e al NASDAQ. In ordine alfabetico lo sono:

  • AAPL Apple
  • AXP American Express
  • BA Boeing
  • CAT Caterpillar
  • CSCO Cisco
  • CVX Chevron
  • DIS Disney
  • DWDP DowDuPont Inc
  • GE General Electric
  • GS Goldman Sachs
  • HD Home Depot
  • IBM IBM
  • INTC Intel
  • JNJ Johnson & Johnson
  • JPM JPMorgan Chase
  • KO Coca-Cola
  • MCD McDonald’s
  • MMM 3M
  • MRK Merck
  • MSFT Microsoft
  • NKE Nike
  • PFE Pfizer
  • PG Procter & Gamble
  • TRV Travelers Companies Inc
  • UNH UnitedHealth
  • UTX United Technologies
  • V Visa
  • VZ Verizon
  • WMT Wal-Mart
  • XOM Exxon Mobil

Anche se all’inizio questo indice era composto esclusivamente da aziende industriali, oggi possiamo trovare in esso aziende di diverso tipo.

Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, non ci sono requisiti quantitativi per un’azienda per entrare nella media industriale Dow Jones.

Come regola di base, solo le società con sede negli Stati Uniti con un’eccellente reputazione, che generano interesse in un gran numero di investitori e una crescita sostenuta, saranno considerate come candidati per l’inclusione nel Dow.

La composizione dell’elenco delle aziende del DJIA è stata valutata fino a cinque volte dalla creazione di questo indice e le aziende sono state aggiunte o eliminate da queste valutazioni. Questa valutazione è condotta dalla Commissione Media.

Come si fa a scambiare l’indice Dow Jones?

Tradizionalmente, l’investimento in Dow Jones Industrial Average viene effettuato attraverso prodotti bancari come i piani di risparmio azionario (SSP) e i conti titoli. Questo perché nessun indice azionario è un’attività che può essere scambiata direttamente. Fortunatamente, l’emergere di piattaforme di trading online o di broker online ha aperto una vasta gamma di possibilità di investimento, anche in termini di indici azionari.

I due modi più comuni per investire online nel Dow Jones sono attraverso il Dow Jones:

  1. Contratos por Diferencia (CFDs). Especialmente útiles en operaciones a corto plazo y normalmente disponibles a través de cualquier broker online que ofrezca índices bursátiles.
  2. Contratos de Futuros. Más recomendables para operaciones a medio y largo plazo. Aunque el precio de entrada es mayor que con CFDs, los costes de transición por jornadas son menores al operar futuros.

Uno dei grandi vantaggi di investire in Dow Jones attraverso i broker online è che il processo è molto più semplice di quello tradizionale, oltre ad essere veloce e sicuro.

Vantaggi del trading con i CFD con Dow Jones

Ci sono diversi vantaggi nel negoziare il Dow Jones con i CFD, ma tra questi vi è la minore volatilità degli indici azionari come il Dow 30 rispetto ad altri strumenti finanziari come le azioni delle società che fanno parte dell’indice.

Poiché il loro valore è il risultato di una ponderazione o di una combinazione dei valori di tutte le società che ne fanno parte, il rischio di subire forti oscillazioni dei prezzi è notevolmente ridotto.

Inoltre, il rischio assunto quando si investe con Contract for Difference in Dow Jones è inferiore a quello di investire con i CFD sulle azioni delle singole società a causa della loro minore volatilità.

Suggerimenti per il funzionamento del Dow Jones

Ci sono una serie di indicatori che possono aiutare a prevedere il comportamento a breve e lungo termine degli indici di borsa e a cui dovremmo prestare attenzione.

Quando ci si tiene aggiornati sulle notizie attuali che potrebbero portare a cambiamenti nella tendenza del Dow Jones, dobbiamo tenerne conto:

  • Il valore del dollaro USA.
  • Qualsiasi statistica sulla produzione industriale.
  • La bilancia commerciale degli Stati Uniti.
  • Livello delle esportazioni.
  • Linee generali della politica economica statunitense.
  • Il prodotto interno lordo del paese.

L’aggiornamento del calendario economico sarà una parte fondamentale della strategia di investimento per il Dow Jones, così come l’analisi tecnica dovuta al fatto che questo indice tende a reagire ai livelli di supporto e resistenza.

Riepilogo: Trading online al Dow Jones

Il Dow Jones Industrial Average è uno dei più antichi indici borsistici del mondo ed è anche conosciuto come Dow 30, DJIA o semplicemente Dow.

Comprende le 30 società più rappresentative negli Stati Uniti e la maggior parte dei broker online offre la possibilità di fare trading online sul Dow Jones attraverso CFD o contratti futures.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

OkBrokers © 2018 – 2021 | Tutti i diritti riservati

Questo sito web e il suo contenuto sono strettamente informativi. Su questo sito web non vengono acquistate o vendute attività finanziarie di alcun tipo. Il nostro scopo è quello di offrire un’analisi aggiornata e imparziale sulle piattaforme di trading online e sui broker. Anche se OkBrokers è un sito web completamente indipendente, è scritto ai programmi di affiliazione delle società di trading online. OkBrokers non è responsabile per le attività di nessuno dei broker inclusi nel suo sito web, né per eventuali errori nelle informazioni contenute nel presente documento.

AVVISO RISCHIO

I contratti per differenza (CFD) sono strumenti finanziari complessi e comportano un elevato rischio di perdita di capitale a causa della leva finanziaria. Tra il 74% e l’89% dei conti dei singoli investitori perde denaro quando fa trading con i CFD e prima di farlo dovrebbe considerare seriamente se può permettersi l’elevato rischio di perdita di capitale.

Scroll Up